Thursday, May 12, 2016

Piove, nel caffé

La bellezza della figlia del re viene dall'interno (Salmo 45,14)


Piove ai vetri del caffé le gocce
Raccontano dell'abbandono, del pericolo
Ê un limbo questo dove ci scaldiamo
Alle frottole, alla musica scadente,
all'odore del riso che si tosta.
Usciremo prima o poi nella nebbiolina
Tra i richiami dei merli fitti fitti
Il piede del vesante fiorito di cardi
Si scuote al passo dei lupi
Cominciamo a salire, inzuppiamo
Le scarpe e le calze nell'erba bagnata
anche questo lo accettiamo nel suo nome
È poca cosa e presto sapremo
Su quale cima si erge il cippo
Su quale la croce
E vi riposeremo finalmente.

genseki


Post a Comment