Saturday, January 14, 2017

René Char

Ne cherchez pas dans la montagne; mais si à quelque kilomètres de là, dans les gorges d'Oppedette vous rencontrez la foudre au visage d'écolier, alle à elle et souriez-lui car elle doit avoir faim, faim d'amitié

Affres, détonation, silence


*

Marta

Marta di cui questi vecchi muri non possono appropriars, fontana in cui si contempla la mia monarcia solitaria, come mai potrei dimenticarti per non dovermi ricordare di te; tu sei il presente che si accumula. Ci uniremo senza dover avvicinarci, prevederci, come due papaveri formano nell'amore un'anemone gigante. Non entreró nel tuo cuore per limitarne la memoria. Non tratteró la tua bocca per impedire che si schiuda sull'aria celeste e la sete di partenza. Voglio essere per te la libertá e il vento che varca la soglia di sempre prima che la notte divenga introvabile.

Penombra

Mi trovavo in una di quelle foreste dove il sole non penetra mai, ma di notte occhieggiano le stelle. Quel luogo aveva il permesso di esistere soltanto perché l'inquisizione degli Stati lo aveva trascurato.
Le servitú abbandonate sottolineano il loro disprezzo.
L'ossessione di castigare mi era stata ritirata ...


Le Thor

Nel sentiero delle erbe addormentate, ci stupivamo da bambini, che la notte si arrischiasse a passare, le vespe non andavano piú verso i romi e gli uccelli sui rami. L'acqua apriva agli ospiti del mattino la sua turbolenta immensitá. Erano filamenti d'ali, tentazioni di gridare, piroette tra luci e traspaenze. Le Thor si esaltava sulla lira delle sue pietre. Si scorgeva il Monte Ventoux, lo specchio delle aquile. Sul sentiero delle erbe addormentate, la chimera di un'etá perduta sorrideva alle nostre giovani lacrime.

Matita del prigioniero

Un amore la cui bocca è un mazzetto di nebbie
Si schiude e sparisce
Un cacciatore lo seguirá una sentinella verrá a saperlo.

Un uccello

Un uccello canta su un filo
La vita semplice, a fior di terra
Il nostro inferno si allegra
Poi il vento comincia a soffiare
Le stelle se ne accorgono
Ah! che folli a percorrere
Una fatalitá cosí profonda.

*

Trad, genseki
Post a Comment